bio

Concedetemi il primo articolo!

Valentina, classe 1991. Fin da bambina ho dimostrato spiccate doti nella comunicazione. La frase che mia madre ha sentito dire più volte sul mio conto è: “Sua figlia è brava ma parla troppo!” Medaglia che ancora oggi porto avanti con onore e orgoglio.

Logorroica incallita, ho trovato il mio rifugio nella scrittura anche se vivo, a volte, il dramma della pagina bianca. Ho mille parole in testa ma di scriverle non se ne parla proprio. Non so se esiste questa patologia, se la risposta è no, beh: l’ho inventata io.

Calabrese, “terrona” fiera e amante del Sud. Se chiudo gli occhi e penso intensamente, sento il rumore delle onde che si infrangono sulla riva. Una parte del mio cuore è sempre a casa e lì rimarrà incatenata per sempre.

Social media addicted, tanto che ho avuto la scellerata (ops!) idea di studiare comunicazione e di farne il mio pane quotidiano.

Quando ancora non c’erano gli smartphone, immortalavo tutto con le mie macchinette (da me tutto si chiama macchinetta, abituatevi!) digitali. Ora con i cellulari superwow, immaginate cosa sono in grado di fare. Mi piace fotografare i dettagli, fermare il tempo per rituffarmi nelle cose quando ne sento il bisogno.

Ho sempre un libro sul comodino che divoro per sentirmi sempre diversa e trovando in ogni pagina una parte di me.

Cresciuta a pane e cantautori, sono anche una juventina sfegatata. Il meglio di me però lo do a tavola. Sono una buona forchetta e modestamente sono la nipote che tutte le nonne vorrebbero a pranzo/cena/colazione/merenda.

Le moleskine? Delle compagne di viaggio. Ne ho sempre una con me da tempi immemori.

Le converse mi fanno sentire giovane, le perle aristocratica e saggia.

La mia borsa di cuoio mi ricorda che non importa quanto tempo sia passato, le cose belle per davvero rimangono così per sempre, anche se si rovinano un po’.

La mia bici, la mia Camilla, ha macinato insieme a me i km facendomi conoscere tutti gli angoli di Torino e contribuendo al mio amore per questa città.

La mia Reflex si chiama Alice perché “Alice guarda i gatti” esattamente come io guardo il mondo. Con innocenza e voglia di sorprendermi.

Il mio film preferito? Probabilmente “Il favoloso mondo di Amélie” non solo per il mio amore per la Francia e il francese, ma perché in Amélie rivedo la parte curiosa e sognatrice di me. Questo penso basti.

Canto (non solo sotto la doccia) perché mi sembra di volare. E’ il mio modo di mettere in pausa il mondo.

Sono anche una pseudo runner ad intermittenza. Mi ci vuole la giusta spinta, però una volta che parto, corro eh?

Insomma, in poche righe questa sono io.  Il mio blog nasce dall’idea di condividere pensieri, esperienze pazzesche, film mentali, luoghi del cuore ed eventi.

Insomma, con un po’ di ritardo (altro mio tratto distintivo ma ci sto lavorando, giuro!) finalmente ci siamo.

Salite a bordo, la nave sta per salpare!

Ah…e seguitemi anche su Instagram! https://www.instagram.com/valentina_stee/

3 risposte a "Concedetemi il primo articolo!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...